Questo articolo è stato letto 97 volte

Le immissioni di rumore violano il diritto al riposo notturno, alla serenità e all’equilibrio della mente. La violazione di questi diritti può essere provata anche per presunzioni – Corte di Cassazione, 19/12/2014

Vedi il testo della Sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.