Questo articolo è stato letto 0 volte

E’ legittima la scelta con la quale la P.A., al fine di coprire il posto di comandante della PM, ha provveduto ad indire una procedura di mobilità volontaria. TAR Lombardia 21/9/2011 n. 2250

e-legittima-la-scelta-con-la-quale-la-p-a-al-fine-di-coprire-il-posto-di-comandante-della-pm-ha-provveduto-ad-indire-una-procedura-di-mobilit-volontaria-tar-lombardia-2192011-n-2.jpg

Quando l’amministrazione prevede la copertura di un posto in organico mediante mobilità volontaria, esercita un potere discrezionale di scelta delle modalità di copertura delle proprie esigenze di organico con uno strumento che, essendo oggetto di preferenza legislativa e  garantendo l’assunzione di personale specializzato, non richiede specifica motivazione. Perciò è è legittima la scelta con la quale la P.A., al fine di coprire il posto di comandante della polizia municipale, ha provveduto – senza una specifica motivazione – ad indire una procedura di mobilità volontaria, piuttosto che fare ricorso all’istituto dello scorrimento della graduatoria ancora valida di un precedente concorso.

Leggi la sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *