Questo articolo è stato letto 739 volte

Trattamento dei dati per le finalità di polizia: parere del Consiglio di Stato

privacy-un-responsabile-per-il-trattamento-dei-dati-personali-data-protection-officer-dpo-per-ogni-pubblica-amministrazione-o-ente-pubblico-lo-stabilisce-il-regolamento-com201211-che-prevede.jpg

Il Consiglio di Stato ha reso parere favorevole sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica, a norma dell’articolo 57 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante l’individuazione delle modalità di attuazione del Codice in materia di protezione dei dati personali relativamente al trattamento dei dati effettuato, per le finalità di polizia, da organi, uffici e comandi di polizia.

In particolare, è l’articolo 57 del Codice a demandare a un decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro della giustizia, l’individuazione delle modalità di attuazione del Codice stesso con riguardo al trattamento dei dati effettuato, per le predette finalità, non solo dagli organi, uffici o comandi di polizia, ma anche dal Centro elaborazioni dati (C.E.D.) dello stesso Ministero dell’interno.

LEGGI IL PARERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *