Questo articolo è stato letto 164 volte

IL CASO – Muro di cinta realizzato entro il confine stradale – sanzioni e prescrizione dell’illecito

nuova-rubrica-a-cura-di-cataldo-lo-iacono-titolo-ii-del-codice-della-strada-casi-operativi-da-oggi-ogni-venerd-il-sito-si-arricchir-di-interessanti-contributi-a-cura-del.jpg

Abbiamo accertato a seguito di una segnalazione di un cittadino che parte di un muro di recinzione di un fabbricato ricade all’interno del confine stradale su una strada di tipo F. L’epoca di realizzazione del muro risale agli anni 90. La strada oggetto di occupazione è una strada secondaria molto stretta, ma a doppio senso di circolazione in cui risulta difficoltoso e pericoloso lo scambio dei veicoli. Negli ultimi anni però su detta strada è aumentata la circolazione stradale a causa della realizzazione di nuovi interventi urbanistici. Dal punto di vista edilizio non si possono configurare violazioni urbanistico edilizie.

Vorremmo sapere se è ancora possibile contestare una violazione al Codice della strada o se la violazione è prescritta ed eventualmente se si configura violazione dell’art. 18 o dell’art. 21 C.d.S., considerato che il muro ricade all’interno della sede stradale.

In caso contrario secondo il vostro parere come può essere risolto il problema?

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *