Questo articolo è stato letto 1 volte

Guida con patente rilasciata in uno Stato extracomunitario dopo l’acquisizione della residenza in Italia – per il GIP non è reato di guida senza patente

guida-con-patente-rilasciata-in-uno-stato-extracomunitario-dopo-lacquisizione-della-residenza-in-italia-per-il-gip-non-reato-di-guida-senza-patente.png

Quando non si ha presente la normativa nazionale e internazionale il rischio è quello di sbagliare. Giustamente il PM aveva ritenuto sussistere il reato di guida senza patente a carico di un cittadino Ucraino che, dopo aver acquisito la residenza in Italia (il 20 marzo 2008) aveva conseguito la patente in Ucraina (il 18 maggio 2009) e veniva coinvolto in un sinistro il 5 luglio 2011. Ma il GIP ha ritenuto applicabile l’articolo 136 del codice della strada, senza tenere invece conto delle regole nazionali e dei principi delle Convenzioni internazionali che dispongono, le prime, che per guidare in Italia è necessaria la patente rilasciata dall’UMC nazionale…

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *