Questo articolo è stato letto 2 volte

L’Avvocatura Generale dello Stato e il Giudice di Pace di Taranto bocciano le maggiorazioni del 10%, ma solo per la riscossione coattiva del verbale. (G. Carmagnini)

lavvocatura-generale-dello-stato-e-il-giudice-di-pace-di-taranto-bocciano-le-maggiorazioni-del-10-ma-solo-per-la-riscossione-coattiva-del-verbale-g-carmagnini.jpg

È tornata proprio in questi giorni agli onori della cronaca la questione delle maggiorazioni applicate sino ad oggi per la riscossione coattiva mediante cartella di pagamento emessa a seguito della trasformazione del verbale in titolo esecutivo, pratica da sempre applicata da tutti gli organi di polizia stradale e dalle prefetture di tutta Italia. Questa volta a sollevare la questione non è solo il Giudice di Pace di Taranto (che si è occupato delle maggiorazioni applicate alle ingiunzioni c.d. fiscali per la riscossione delle sanzioni del codice della strada, per le quali altri sarebbero i dubbi da esprimere), che ha avuto la bontà di citarmi come dottrina contraria nella sua sentenza, ma anche l’Avvocatura Generale dello Stato che pare aver abdicato, direi in maniera del tutto acritica, alla ben nota, quanto apodittica, sentenza della Corte di cassazione, sezione II, 16 febbraio 2007, n. 3701[1]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *