Questo articolo è stato letto 1 volte

Conferenza Unificata: accelerare l’attuazione della legge Delrio e il trasferimento del personale provinciale

conferenza-unificata-accelerare-lattuazione-della-legge-delrio-e-il-trasferimento-del-personale-provinciale.jpg

Immigrazione, decreto Enti locali, Personale e Scuola. Sono stati questi i temi centrali della riunione di Conferenza Unificata svoltasi ieri a Roma presso il ministero degli Affari regionali e a cui, in rappresentanza di Anci, hanno partecipato i due vicepresidenti Umberto Di Primio e Roberto Pella, rispettivamente sindaci di Chieti e di Valdengo.

La riunione ha anche toccato il tema del personale in esubero delle vecchie Province su cui, riferisce Di Primio, delegato Anci alla materia, “c’è stata un’importante apertura a un chiarimento immediato e dopo le deroghe introdotte nella conversione del decreto legge enti locali riteniamo di poter dare intesa anche perché è bene accelerare l’attuazione della legge delrio e il trasferimento del personale. Abbiamo chiesto al Governo poi di chiarire le modalità di attuazione della norma ai fini della verifica della presenza nel personale provinciale delle figure degli insegnanti ed educatori scolastici in modo da renderla immediatamente applicabile”. Il governo ha anche aperto alla possibilità di risolvere il problema degli educatori nei Comuni che hanno un contratto a tempo determinato e hanno già raggiunto i 36 mesi di contratto. “Oggi – ha evidenziato Di Primio – il jobs act non prevede la proroga dei termini per questi soggetti, proroga che però c’è per dipendenti della scuola. Chiediamo al governo di prorogare il contratto anche al personale in carico ai Comuni per impedire, a settembre, l’interruzione del servizio prestato da questi lavoratori”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *