Questo articolo è stato letto 2.614 volte

Revoca della patente di guida: il Ministero dei Trasporti trasmette tre interessanti ordinanze

Revoca della patente

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato una circolare, la prot. 15075 del 13.7.2017, che raccoglie tre interessanti ordinanze. Queste ruotano intorno all’articolo 219 comma 3-ter del C.d.S., che riguarda la revoca della patente per guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti.

Revoca della patente: da quando si contano i tre anni?

Il primo problema che viene posto, e risolto, riguarda il calcolo dei tempi. L’articolo 219 del C.d.S. proibisce al reo di conseguire una nuova patente prima di tre anni a decorrere dalla data di accertamento del reato. A quale data si fa riferimento?

L’ordinanza n. 3380/2016, con cui si apre la circolare, precisa che la data di accertamento del reato fa riferimento all’accertamento compiuto dal Giudice penale, che deve decidere se il reato ci sia stato o meno. Prima di questa data c’è solo un’ipotesi di reato.

Il tempo di sospensione va sottratto dai tre anni di revoca?

La seconda ordinanza, la n. 2017/2001 del Tribunale di Ancona, si occupa più da vicino del rapporto fra il tempo di sospensione e il tempo di revoca della patente, chiarendo che la sospensione è un atto cautelare, che mira a prevenire nell’immediato eventuali condotte pericolose dell’imputato. Questo tempo dipende, oltre che dall’operato dell’Autorità Giudiziaria, anche dalle scelte processuali dell’imputato, e non incide affatto sulla durata della revoca della patente.

Tale concetto è ribadito anche dalla terza ordinanza, del tribunale di Trieste n. 2970/16, in cui i giudici ricordano che gli istituti della sospensione e della revoca della patente hanno una natura giuridica differente.

Da che data si calcola la revoca della patente?

Riassumendo: la data da cui devono decorrere i tre anni di revoca della patente, in caso di guida in stato di ebbrezza, è, fuor di dubbio, la data di passaggio in giudicato della sentenza. Il tempo necessario per giungervi, durante il quale la patente è sospesa a fini cautelari, non influenza quello che sarà il tempo della revoca, che è fissato in tre anni.

Esegui il login per consultare la circolare prot. 15075/2017 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *