Questo articolo è stato letto 115 volte

Niente taglio dei punti patente a chi passa col rosso per salvare un cane

cane_auto

Accolto il ricorso dell’accalappiacani che passa col semaforo rosso per raccogliere un cane rimasto a terra al centro dell’incrocio sorvegliato dal sistema a infrarossi, evitando che l’animale possa essere nuovamente investito da una macchina.

Niente taglio dei punti patente e ciò perché si configura l’esimente dello stato di necessità che cancella la sanzione accessoria all’infrazione rilevata dal Vista Red: la «sofferenza degli animali» è oggi «giuridicamente rilevante» oltre che condivisa dal «comune sentire» grazie a una «mutata sensibilità».

Per il giudice si configura l’esimente ex art. 4 della legge n. 689/81 anche se non c’è da mettere in sicurezza un essere umano, vale lo stato di necessità ex art. 54 c.p. che scrimina «chi ha commesso il fatto per salvare altro dal pericolo attuale di un danno grave alla persona».

LEGGI LA SENTENZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *