Questo articolo è stato letto 22 volte

Confisca del veicolo in comproprietà ed estraneità al reato del comproprietario – Cassazione penale,  sez. IV, 21/3/2013, n. 13087

Deve escludersi l’eventuale compromissione del diritto di comproprietà del terzo, atteso che quest’ultimo avrà comunque diritto all’attribuzione della propria quota-parte al momento dell’esecuzione del provvedimento di confisca, ben potendo lo stesso rivalersi sul prezzo ricavabile dalla vendita forzata dell’autovettura.

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.