I cantieri stradali e le nuove disposizioni sulla sicurezza – Terza parte (G. Carmagnini)

> Prima parte

> Seconda parte

SCHEMI SEGNALETICI TEMPORANEI DIFFERENZIATI PER TIPO DI STRADA

Gli ottantasette schemi segnaletici contenuti nelle tavole allegate al decreto 10 luglio 2002 sono differenziati per i diversi tipi di strade, secondo i seguenti gruppi:
1) Strade di tipo A, B, D (autostrade, strade extraurbane principali, strade urbane di scorrimento);
2) Strade di tipo C, F (strade extraurbane secondarie e locali extraurbane);
3) Strade di tipo E, F (strade urbane di quartiere e locali urbane).
Per le strade esistenti, non perfettamente classificabili nei tipi definiti all’art. 2 del codice della strada, si deve fare riferimento agli schemi corrispondenti al tipo di strada avente caratteristiche organizzative e geometriche più simili a quelle dei tipi previsti dal Codice della strada e descritte nel decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti 5 novembre 2001 – “Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle strade”…

Continua a leggere 

Decreto 4/3/2013 “Segnaletica stradale per attività lavorative svolte in presenza di traffico veicolare”

Decreto MIT 10/7/2002 “Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalamento temporaneo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.