Sanzioni per eccesso velocità: ripartizione dei proventi

Rispondendo al questio di un Comune, la Corte dei Conti, sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna, ha reso il proprio parere in merito alla ripartizione dei proventi derivanti dalla riscossione di sanzioni per eccesso di velocità ai sensi degli artt. 142 e 208 C.d.s.

Per il giudici contabili l’ente comunale ha diritto, nella definizione del quantum, a detrarre le somme impiegate per l’accertamento (strumentazioni e software) nonché per la notificazione della violazione amministrativa, prima di procedere all’accantonamento del 50% a favore dell’ente proprietario della strada.

 

Leggi la Deliberazione n. 44/2016/PAR del 3 maggio 2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.