Questo articolo è stato letto 196 volte

Non esiste un autonomo profilo professionale di Vice Comandante della polizia locale

Le mansioni di Vice Comandante della Polizia Locale sono da reputarsi equivalenti a tutte le altre mansioni ricomprese nell’ambito dell’area D, ai sensi dell’art.52 del D.lgs. 165/01 secondo cui “Il prestatore di lavoro deve essere adibito alle mansioni per le quali è stato assunto o alle mansioni equivalenti nell’ambito dell’area di inquadramento”. Pertanto, un dipendente assunto per concorso (interno o esterno) quale istruttore direttivo Vice Comandante non ha alcun diritto che tale qualifica sia mantenuta per sempre. Inoltre, l’eventuale posizione occupata di Vice Comandate non conferisce al titolare del posto in via automatica la posizione organizzativa. Sono queste le conclusioni cui è giunto il Consiglio di Stato (sentenza n.2670/2021) che ha respinto le doglianze del ricorrente di vedersi attribuita la qualifica di Vice Comandante e la titolarità della posizione organizzativa.

La vicenda  

Un concorso interno terminava con molti anni di distanza con l’accoglimento del ricorso di un istruttore di vigilanza estromesso al passaggio nella categoria D con funzioni di istruttore direttivo di vigilanza – Vice Comandante. Il giudice amministrativo di appello gli riconosceva, con effetto retroattivo, il passaggio alla categoria superiore con condanna dell’ente al pagamento delle differenze retributive. L’ente procedeva, pertanto, al pagamento delle differenze retributive. Il dipendente, tuttavia, si è rivolto nuovamente al giudice amministrativo in sede di ottemperanza chiedendo che, a suo dire, fosse rilevato l’inadempimento dell’ente sui seguenti aspetti: a) nomina nel profilo professionale di Vice Comandante; b) pagamento della posizione organizzativa per il profilo professionale rivestito; c) passaggio per progressione orizzontale non avvenuta in ragione del mancato passaggio alla categoria superiore acquisita solo a seguito di sentenza.

Tutte le doglianze dell’istruttore direttivo di vigilanza sono state considerate infondate.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.