Questo articolo è stato letto 87 volte

E’ possibile il concorso dei reati previsti dall’art. 181 D.L. 42/2004 e l’art. 44 D.P.R.380/2001

I reati paesistici ed ambientali hanno come scopo la tutela dell’ambiente e del paesaggio, mentre i reati edilizi tutelano il rispetto di un bene astratto, e cioè la disciplina amministrativa dell’uso del territorio, di conseguenza, nonostante entrambi i reati abbiano natura di reati di pericolo, la diversità dei beni giuridici tutelati dalle singole norme consente che essi possano essere applicati in concorso tra di loro.

La giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione con orientamento consolidato esclude infatti il concorso apparente di norme fra la fattispecie prevista dall’art. 181, comma 1, del D. Lgs., n. 42 del 2004 e quella di cui all’art. 44 lett. c) del d.P.R. n. 380 del 2001, in ragione del fatto che non ricorre identità di materia fra la disciplina relativa alla tutela del paesaggio e quella riguardante l’urbanistica.

Secondo la citata giurisprudenza l’unica sanzione applicabile alle violazioni previste dall’art. 181 comma 1 del D. Lgs. 42/04,  qualunque sia la condotta violatrice concretamente accertata, è quella fissata dell’art. 44 lett. c) del D.P.R. 380/01.

Come è noto, infatti, l’art. 181 comma 1 del richiamato D. Lgs. 42/04 dispone testualmente che “Chiunque, senza la prescritta autorizzazione o in difformità di essa, esegue lavori di qualsiasi genere su beni paesaggistici, è punito con le pene previste dal D.P.R 6 giugno 2001, n. 380, art. 44, lett. c)”.

Da tale richiamo contenuto nel corpo del D.Lgs. 42/04, all’art. 44 lett. c) del T.U. sull’urbanistica veniva tratta la conclusione che tra le due norme non vi fosse un concorso apparente, essendo diverse le due fattispecie per diversità di scopi, presupposti ed oggetto.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

 

TI CONSIGLIAMO

 

Reati ambientali e indagini di Polizia giudiziaria

Reati ambientali e indagini di Polizia giudiziaria

Luca Ramacci, 2021, Maggioli Editore
Il manuale è articolato in tre parti: 1) il ruolo della Polizia Giudiziaria nel contesto delle norme del vigente codice di procedura penale; 2) l’attività di Polizia Giudiziaria nell’ambito del procedimento penale; 3) l’applicazione specifica degli istituti giuridici

56,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.