L’agente non può fornire un mero apprezzamento soggettivo sulla velocità di un veicolo e sulla base di questo contestare la violazione dell’articolo 141 del codice della strada

Approfondimento di Giuseppe Carmagnini

La sentenza non merita una grande attenzione, se non fosse per il modo in cui è stata presentata dai media. Si legge nella maggior parte dei titoli, proposti anche nella rete internet, che il “vigile” non può rilevare ad occhio la velocità di un veicolo. Allora si deve presupporre che chi ne parla deve anche aver letto la sentenza e pertanto io me la sono andata a leggere, diversamente da quanto ha fatto la maggior parte dei frettolosi autori.

 

Consulta l’approfondimento a cura di Giuseppe Carmagnini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.