Questo articolo è stato letto 147 volte

Sistema di classificazione del personale

La disposizione del contratto nazionale del 31 marzo 1999, che ha disciplinato il passaggio dalle qualifiche professionali a quelle per categorie, avrebbe dovuto essere rivolta non solo al personale appartenente alla polizia locale, ma avrebbe dovuto essere estesa a tutto il personale con mansioni di vigilanza appartenente all’ex V qualifica professionale. A supporto di tale indicazione è la dichiarazione congiunta n.5 secondo cui “per personale addetto all’area di vigilanza si intende il personale che svolge attività di prevenzione, controllo e repressione in materia di polizia locale, urbana …”. La Cassazione (sentenza n.30604/2021) ha, pertanto, accolto il ricorso di un dipendente appartenente all’ex V° livello (cat. B3), con qualifica di Agente tecnico di vigilanza urbanistico ambientale, disponendo la legittimità del suo passaggio dall’ex V° qualifica alla VI° a partire dal 01/01/1998 per transitare, successivamente, nella nuova Cat. C  dalla data di efficacia del CCNL del 31/03/1999.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.